Accesso Agli Atti l.241/1990

L’accesso alla documentazione amministrativa ai sensi degli artt. 22 e ss. della L. 241/1990 e del D.P.R. 184/2006 (accesso agli atti) avviene esclusivamente su appuntamento.
Per richiedere un appuntamento è necessario inviare via PEC l’apposito modulo (scaricabile qui) compilato e corredato da scansione di un documento d’identità.

— Aggiornamento 18/06/2020–
Nel rispetto delle norme per la prevenzione e il contenimento del contagio da COVID19, sono attualmente possibili non più di 4 accessi a settimana, nelle giornate di giovedì e venerdì.
Tutte le richieste saranno protocollate e prese in carico entro i termini di legge, ma la necessità di adottare le suddette misure di sicurezza potrebbe comportare una dilatazione dei tempi per l’accesso.
Per l’accesso ai locali della Soprintendenza (Palazzo Reale) è necessario stampare, compilare e presentare all’ingresso il modulo di autocertificazione predisposto: scarica qui.

Si raccomanda la puntuale individuazione dei documenti richiesti per la consultazione, che devono essere dettagliatamente indicati nell’istanza.
Sarà privilegiata la riproduzione della documentazione consultata dal richiedente, tramite propria strumentazione (fotocamera digitale, smartphone, scanner portatile, ecc.), per garantire il rispetto delle misure igienico-sanitarie vigenti.
Qualora la documentazione richiesta fosse già disponibile in formato digitale, in luogo della consultazione presso i nostri uffici, verrà privilegiato l’invio via PEC da parte dell’Amministrazione.

Ufficio periferico del Ministero per i Beni e le Attività culturali