Tutti gli articoli di Staff

SABAP Imperia e Savona. Avviso pubblico per il conferimento di un incarico di collaborazione nell’ambito dell’attività di censimento dei beni culturali abbandonati – Programma 2022

A seguito della circolare 32/2022 della Direzione Generale Archeologia Belle arti e Paesaggio, con cui sono stati comunicati gli accrediti dei fondi destinati alle attività di censimento dei beni culturali abbandonati sul capitolo 8200, pg. 1, la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona (di seguito, SABAP-IM-SV) indice una procedura comparativa finalizzata al conferimento di n. 1 (uno) incarico individuale con affidamento diretto, ai sensi dell’art. 7 del D.lgs. 165/2001, per attività di censimento dei beni culturali abbandonati.

La SABAP-IM-SV ha programmato di destinare tali importi alle seguenti attività:
a) Ricognizione e sistematizzazione dei dati presenti nelle pubblicazioni esistenti e nelle ricerche già eseguite;
b) Primo censimento delle situazioni di maggiore degrado attraverso la compilazione di schede speditive, che includano una concisa descrizione del manufatto e dello stato di conservazione, raccolta di almeno una decina di fotografie;
c) Mappatura speditiva di materiali, elementi costitutivi e tecniche costruttive degli elementi, analisi dello stato di conservazione e diagnosi del degrado di materiali ed elementi ed eventuali ulteriori evidenze attualmente non note;
d) Raccolta delle prime elaborazioni progettuali e dei programmi attuati o previsti di recupero e valorizzazione.

Le candidature potranno essere presentate dal 25 agosto 2022, giorno di pubblicazione del presente Avviso nella sezione “Amministrazione trasparente”, “Bandi e Avvisi” fino alla scadenza del 5 settembre, ore 23:59.

Seguono l’avviso completo in formato pdf e gli allegati in formato editabile:

SABAP Genova e la Spezia. Avviso pubblico per il conferimento di un incarico di collaborazione nell’ambito dell’attività di censimento dei beni culturali abbandonati – Programma 2022

Pubblicazione graduatoria:

  1. Marasso Luca
  2. Lavarello Caterina
  3. Toscano Elisabetta
  4. Calissano Beatrice
  5. Minella Beatrice
  6. Garaventa Sara
  7. Frigerio Francesca

A seguito della circolare 32/2022 della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, con la quale sono stati comunicati gli accrediti dei fondi per attività di censimento dei beni culturali abbandonati, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia di La Spezia (di seguito, SABAP-MET-GE) indice una procedura comparativa finalizzata al conferimento di n. 1 (uno) incarico individuale, ai sensi dell’art. 7, comma 6, del D. Lgs 165/2001, per attività di censimento dei beni culturali abbandonati.

La SABAP-MET-GE ha programmato di destinare tali importi alle seguenti attività:
a) Ricognizione e sistematizzazione dei dati presenti nelle pubblicazioni esistenti e nelle ricerche già eseguite;
b) Primo censimento delle situazioni di maggiore degrado attraverso la compilazione di schede speditive, che includano una concisa descrizione del manufatto e dello stato di conservazione, raccolta di almeno una decina di fotografie;
c) Mappatura speditiva di materiali, elementi costitutivi e tecniche costruttive degli elementi, analisi dello stato di conservazione e diagnosi del degrado di materiali ed elementi ed eventuali ulteriori evidenze attualmente non note;
d) Raccolta delle prime elaborazioni progettuali e dei programmi attuati o previsti di recupero e valorizzazione.

Le candidature potranno essere presentate dal 24 agosto 2022, giorno di pubblicazione del presente Avviso nella sezione “Amministrazione trasparente”, “Bandi di gara e Avvisi di selezione” fino alla scadenza del 4 settembre, ore 23:59.

Seguono l’avviso completo in formato pdf e gli allegati in formato editabile:

NUOVI INDIRIZZI POSTA ELETTRONICA ORDINARIA e CERTIFICATA

Si comunica che dal 25 agosto 2022 saranno attive le nuove caselle di Posta Elettronica Certificata (PEC) e verranno dismessi gli indirizzi con dominio @mailcert.beniculturali.it.

I nuovi indirizzi PEC dal 25 agosto 2022 saranno pertanto:

  • sabap-met-ge@pec.cultura.gov.it (Soprintendenza Genova – Spezia)
  • sabap-im-sv@pec.cultura.gov.it (Soprintendenza Imperia-Savona).


A causa degli interventi necessari per la configurazione delle nuove caselle, nella medesima giornata del 25 agosto, dalle ore 8:00 fino al completamento delle operazioni, il servizio PEC delle Soprintendenze verrà temporaneamente sospeso, ed i messaggi eventualmente inviati e/o ricevuti non saranno accettati e consegnati alle caselle di destinazione.

Fino al 31 dicembre 2022 tutti i messaggi di posta ricevuti sulle caselle @mailcert.beniculturali.it saranno reindirizzati automaticamente sulla nuova PEC ed il mittente riceverà una risposta automatica contenente l’invito ad utilizzare, per i successivi invii, la nuova mail con dominio @pec.cultura.gov.it.

Dal 24 giugno 2022 sono invece attive le nuove caselle di posta elettronica ordinaria del Ministero della Cultura con dominio @cultura.gov.it, in sostituzione del precedente dominio @beniculturali.it.

Fino al 15 gennaio 2023 tutti i messaggi di posta elettronica ordinaria inviati su dominio @beniculturali.it saranno comunque reindirizzati automaticamente sulla nuova PEO ed il mittente riceverà una risposta automatica contenente l’invito ad utilizzare, per invii successivi, la nuova mail con dominio @cultura.gov.it.

SABAP Genova e La Spezia – Avviso pubblico per il conferimento di tre incarichi di collaborazione nell’ambito dell’attività di catalogazione del patrimonio storico-artistico e architettonico. Programma 2022

Pubblicazione graduatoria:

  1. Bonanno Arianna
  2. Marulli Paola
  3. Lonigro Elisa
  4. Larosa Ambra
  5. Leoncini Valeria

A seguito della circolare 31/2022 della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, con la quale sono stati comunicati gli accrediti dei fondi per attività di catalogazione del patrimonio storico artistico e architettonico sul capitolo 8281/p.g.27/2022, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia di La Spezia (di seguito, Soprintendenza) indice una procedura comparativa finalizzata al conferimento di n. 3 (tre) incarichi individuali, ai sensi dell’art. 7, comma 6, del D. Lgs 165/2001, per attività di catalogazione e inventariazione patrimoniale.

La Soprintendenza ha programmato di destinare tali importi alle seguenti attività:
a) Per quanto riguarda i beni storico-artistici : realizzazione in SIGECweb di 284 nuove schede OA e NU di beni (che potrebbero essere a breve oggetto di Verifica di Interesse Culturale), divise in due incarichi di 142
schede ciascuno. Ciascun incarico ricomprende le attività di sopralluogo ed esame delle pubblicazioni esistenti.
Tutte le informazioni relative al sistema SIGECweb sono consultabili al sito www.iccd.beniculturali.it.
b) Per quanto riguarda i beni architettonici: perfezionamento, comprensivo della documentazione istruttoria finalizzata all’emissione del provvedimento, di almeno 30 procedimenti di Verifica dell’Interesse Culturale tra quelli che risultano non conclusi sul portale Beni Tutelati. L’attività potrà prevedere una serie di attività sul territorio come ricognizioni, sopralluoghi e ricerche. Saranno previste periodiche riunioni con Funzionari di questa Soprintendenza per la verifica dello stato di avanzamento delle attività.

Le candidature potranno essere presentate dal giorno di pubblicazione del presente Avviso nella sezione “Amministrazione trasparente”, “Bandi e Avvisi” e per i successivi 10 giorni naturali e consecutivi (scadenza ore 23:59 del 21 luglio 2022).

Seguono l’avviso completo in formato e gli allegati in formato editabile.

Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D

SABAP Imperia e Savona – Avviso pubblico per il conferimento di tre incarichi di collaborazione nell’ambito dell’attività di catalogazione del patrimonio storico-artistico e architettonico. Programma 2022

A seguito della circolare 31/2022 della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, con cui sono stati comunicati gli accrediti dei fondi per attività di catalogazione del patrimonio storico artistico e architettonico sul capitolo 8281/p.g.27/2022, la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Imperia e
Savona
(di seguito, Soprintendenza) indice una procedura comparativa finalizzata al conferimento di n. 3 (tre) incarichi individuali, ai sensi dell’art. 7 del D. Lgs 165/2001, per attività di catalogazione e inventariazione patrimoniale.


La Soprintendenza ha programmato di destinare tali importi alle seguenti attività:
a) Per quanto riguarda i beni storico-artistici: realizzazione in SIGECweb di 300 nuove schede OA (livello precatalogo) di beni storico-artistici divisi in due incarichi di 150 schede OA ciascuno, per beni storico-
artistici presenti in oratori ubicati rispettivamente nelle province di Imperia e Savona. L’attività comprende la ricognizione dei beni sul territorio nei rispettivi luoghi di conservazione e la successiva redazione delle schede di catalogo nel SIGECweb. Tutte le informazioni relative al sistema SIGECweb sono consultabili al sito www.iccd.beniculturali.it. Saranno previste periodiche riunioni con Funzionari di questa Soprintendenza per la verifica dello stato di avanzamento delle attività.

b) Per quanto riguarda i beni architettonici: perfezionamento, comprensivo della documentazione istruttoria finalizzata all’emissione del provvedimento, di procedimenti di Verifica dell’Interesse Culturale tra quelli che risultano non conclusi sul portale Beni Tutelati. L’attività potrà prevedere una serie di attività sul territorio come ricognizioni, sopralluoghi e ricerche. Saranno previste periodiche riunioni con Funzionari di questa Soprintendenzada per la verifica dello stato di avanzamento delle attività.

Le candidature potranno essere presentate dal giorno di pubblicazione del presente Avviso nella sezione “Amministrazione trasparente”, “Bandi e Avvisi” e per i successivi 10 giorni naturali e consecutivi (scadenza ore 23:59 del 21 luglio 2022).

Seguono l’avviso completo in formato e gli allegati in formato editabile.


Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D

Esito della selezione

Inaugurato il Nuovo Museo del Mare a Santa Margherita Ligure (GE)

Il nuovo Museo del Mare, il quinto spazio museale realizzato a Santa Margherita Ligure in sei anni, è stato inaugurato il 4 luglio all’interno del Castello cinquecentesco; l’allestimento  presenta una forte impronta multimediale, con postazioni interattive che raccontano la storia marinara di Santa Margherita Ligure e i tesori scoperti dall’archeologia subacquea sui suoi fondali.

Il Castello cinquecentesco di Santa Margherita Ligure, sede del nuovo Museo del Mare.


 Il progetto è stato proposto e finanziato dal Comune di Santa Margherita Ligure e dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia della Spezia, con la collaborazione dell’Area Marina Protetta di Portofino e la Società Progetto Santa Margherita.
Il visitatore viene accolto al primo piano da quadri parlanti che raffigurano personaggi della storia cittadina, oltre a due distinte postazioni dove viene raccontata la storia del Castello e l’itinerario del Museo diffuso del Mare; al piano seminterrato trova invece spazio l’archeologia subacquea, con video e reperti che illustrano tre importanti relitti rinvenuti recentemente nelle acque di Santa Margherita e dell’Area Marina Protetta di Portofino.


Nella sezione dedicata all’archeologia subacquea trova spazio “Scava e Impara Digitale. Alla scoperta dei tesori subacquei”: una postazione interattiva, inserita in una delle nicchie della sala, che permette al visitatore attraverso un’applicazione touchscreen di gaming di immedesimarsi nel mestiere di archeologo subacqueo. Interagendo, in maniera semplice e intuitiva, con la superficie dello schermo, è possibile scoprire e recuperare i reperti e gli oggetti – anfora, mortaio, paiolo da calafato, … – e ricostruirli digitalmente.

Una schermata della postazione interattiva Scava e Impara .



In occasione dell’inaugurazione il Soprintendente Cristina Bartolini ha dichiarato che  «L’impegno della Soprintendenza a fianco del Comune per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale di Santa Margherita Ligure è stato, e sarà nel prossimo futuro, un importante capitolo dell’attività del nostro Ministero in Liguria; il nuovo allestimento del Museo del Mare si inserisce perfettamente in questa visione programmatica e costituisce un’innovativa ‘immersione’ nella storia della città e del suo mare». Il dott. Simon Luca Trigona, funzionario responsabile dell’intervento e Coordinatore del Servizio Tecnico per l’archeologia subacquea, ha aggiunto: «La subacquea in Liguria è una risorsa strategica così come l’archeologia subacquea per la nostra Soprintendenza. I nuovi relitti scoperti nelle splendide acque dell’Area Marina Protetta di Portofino, oltre a rappresentare una testimonianza archeologica eccezionale, costituiscono una risorsa importante, che questa nuova preziosa realtà museale vuole promuovere e far conoscere al pubblico per meglio contribuire anche alla loro tutela».

Il Museo è visitabile tutti i giorni da martedì a domenica dalle 17:00 alle 19:00 (costo del biglietto d’ingresso 3 euro (2 euro ridotto) – gratuito per residenti e Under 14).

PNRR M1C3 Cultura – PROROGA BANDO TUTELA E VALORIZZAZIONE DELL’ARCHITETTURA E DEL PAESAGGIO RURALE

Oltre 15 milioni di euro per interventi nel territorio della Regione Liguria – scadenza domande PROROGATA AL 30 SETTEMBRE

Segnaliamo che è stata prorogata al 30 settembre la scadenza dell’avviso pubblico della Regione Liguria in merito alla presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale, nell’ambito dell’investimento “Protezione e valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale”: si tratta di 15.272.009,68 di euro messi a disposizione dal P.N.R.R. (il valore complessivo dell’intervento ammonta a 600 milioni di euro) e che il Ministero della Cultura ha ripartito tra le regioni con decreto n. 107 del 18 marzo 2022.

In particolar modo il bando mira a:

📌preservare i valori dei paesaggi rurali storici attraverso la tutela e la valorizzazione dei beni della cultura materiale e cultura immateriale, mantenendo e ripristinando la qualità paesaggistica dei luoghi attraverso il recupero di manufatti rurali (originariamente destinati a scopi abitativi, produttivi e religiosi) e delle loro aree esterne di pertinenza, che nel corso del tempo hanno subito un progressivo processo di abbandono e degrado;

📌promuovere la creazione di iniziative e attività legate sia ad una fruizione turistico-culturale sostenibile, sia alle tradizioni e alla cultura locale;

📌migliorare la qualità paesaggistica del territorio nazionale e favorire il trasferimento di buone pratiche, con soluzioni innovative e tecnologiche in merito anche all’accessibilità per persone con disabilità fisica e sensoriale.

Il contributo concesso potrà ammontare fino ad un massimo di 150.000,00 euro (come forma di cofinanziamento per una aliquota dell’80%); qualora il bene fosse oggetto di dichiarazione di interesse culturale il contributo verrà portato al 100%, fermo restando la soglia massima di 150.000,00 euro totali.

Possono presentare domanda di finanziamento persone fisiche e soggetti privati profit e non profit, ivi compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria.

L’Avviso pubblico approvato dalla Giunta regionale con la delibera n.346 in data 21 aprile 2022 dispone che le domande possano essere presentate, sul portale di Cassa Depositi e Prestiti all’indirizzo: https://portale-paesaggirurali.cdp.it/, termine prorogato alle ore 16:59 del 30 settembre 2022.
Sul sito di Regione Liguria, all’indirizzo https://www.regione.liguria.it/homepage/cultura1/cultura-competenze/pnrr-cultura/pnrr-cultura-2-2.html è scaricabile il testo dell’Avviso pubblico e i modelli per la presentazione delle domande.
All’indirizzo https://www.regione.liguria.it/homepage/cultura1/cultura-competenze/pnrr-cultura/pnrr-cultura-2-2/faq-pnrr-cultura.html sono pubblicate le risposte ai quesiti pervenuti.

Gli interventi di tutela e valorizzazione dei paesaggi rurali storici potranno interessare immobili, appartenenti alle tipologie di architettura rurale puntualmente descritte di seguito, per i quali sia intervenuta la dichiarazione di interesse culturale con corrispondente decreto ministeriale ai sensi del decreto legislativo n.42/2004 ovvero che abbiano più di 70 anni e siano censiti o classificati dagli strumenti regionale e comunali di pianificazione territoriale e urbanistica.

I medesimi interventi potranno, inoltre, riguardare spazi aperti di pertinenza degli insediamenti rurali e aree produttive agro-silvo-pastorali che si caratterizzano come componenti tipiche dei paesaggi rurali tradizionali.

Le tipologie di architettura rurale sono individuabili negli edifici ed insediamenti storici che siano testimonianze significative della storia delle popolazioni e delle comunità rurali, delle rispettive economie agricole tradizionali, dell’evoluzione del paesaggio. Rientrano in questa definizione:

  1. edifici rurali: manufatti destinati ad abitazione rurale o destinati ad attività funzionali all’agricoltura (mulini ad acqua o a vento, frantoi, ecc.), che abbiano o abbiano avuto un rapporto diretto o comunque connesso con l’attività agricola circostante e che non siano stati irreversibilmente alterati nell’impianto tipologico originario, nelle caratteristiche architettonico-costruttive e nei materiali tradizionali impiegati
  2. strutture e/o opere rurali: i manufatti che connotano il legame organico con l’attività agricola di pertinenza (fienili, ricoveri, stalle, essicatoi, forni, pozzi, recinzioni e sistemi di contenimento dei terrazzamenti, sistemi idraulici, fontane, abbeveratoi, ponti, muretti a secco e simili)
  3. elementi della cultura, religiosità, tradizione locale: manufatti tipici della tradizione popolare e religiosa delle comunità rurali (cappelle, edicole votive, ecc.), dei mestieri della tradizione connessi alla vita delle comunità rurali, ecc.

Non sono ammissibili le operazioni riguardanti beni localizzati nei centri abitati.

PASSEGGIATA ARCHEOLOGICA AL CASTELLARO di ALBISOLA – SABATO 2 LUGLIO 2022

Sabato 2 luglio appuntamento mattutino per una passeggiata archeologica sul colle Castellaro di Albisola Superiore (SV), con la visita guidata ai resti del castello a cura dell’archeologo Fabrizio Geltrudini. 

Ritrovo presso la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò; partenza ore 9.00. 

Per info: SABAP IM-SV: silvana.gavagnin@cultura.gov.it
Comune di Albisola: cultura@comune.albisola-superiore.sv.it