Immobili vincolati

Per accertare l’esistenza di un vincolo su un bene è possibile inoltrare apposita richiesta all’Ufficio.

Nel caso di beni immobili, si può accertare l’esistenza di vincolo verificandone la presenza sull’elenco degli immobili vincolati reperibile in questo sito, oppure consultando il sito www.liguriavincoli.it, curato da Regione Liguria, Segretariato Regionale per la Liguria, Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria e Soprintendenza Archeologia della Liguria. Sul sito sono consultabili, in cartografia, tutti i provvedimenti sia di tutela monumentale ai sensi della Parte Seconda del Codice Beni Culturali (siano essi architettonici o archeologici), sia di tutela paesaggistica ai sensi della Parte Terza del Codice di Beni Culturali.

 

NOTA ESPLICATIVA ALL’ELENCO DEI BENI SOTTOPOSTI A TUTELA DEL D. LGS. 42/2004 PARTE SECONDA “BENI CULTURALI”

Qui di seguito si possono consultare gli elenchi relativi agli immobili sottoposti alle disposizioni di tutela del D. Lgs. 42/2004 Parte Seconda “Beni Culturali” cioè a tutela “monumentale”.

Gli elenchi comprendo sia gli immobili sottoposti a tutela sulla base di specifico provvedimento (sia esso emesso ai sensi del D. Lgs. 42/2004 o delle previgenti Leggi in materia) sia quelli vincolati ope legis ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs. 42/2004 (in quanto appartenenti allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro e che siano opera di autore non più vivente e la cui esecuzione risalga ad oltre settant’anni) ad oggi censiti dall’Ufficio e per i quali non sia stata ancora effettuata la verifica dell’interesse culturale (maggiori informazioni sul procedimento di verifica dell’interesse culturale sono reperibili sul sito www.benitutelati.it). Si fa quindi presente che un bene (che rientri nella casistica sopra esposta) è comunque sottoposto alle disposizioni di tutela del D. Lgs. 42/2004 del D. Lgs. 42/2004 Parte Seconda seppur non espressamente riportato nei successivi elenchi.

Si fa infine presente che i seguenti elenchi non sono definitivi ma continuamente suscettibili di ulteriori variazioni ed integrazioni derivanti  dal continuo aggiornamento ricognitivo dei beni da tutelare.

Tali elenchi risultano suddivisi per otto diverse aree territoriali:

  • Genova Città (corrispondente all’area geografica del Comune di Genova, suddivisa per quartieri)
  • Provincia di Genova (corrispondente a tutti i comuni della provincia, escluso quello di Genova)
  • Savona Città (corrispondente all’area geografica del Comune di Savona)
  • Provincia di Savona (corrispondente a tutti i comuni della provincia, escluso quello di Savona)
  • La Spezia Città (corrispondente all’area geografica del Comune di La Spezia)
  • Provincia di La Spezia (corrispondente a tutti i comuni della provincia, escluso quello di La Spezia)
  • Imperia Città (corrispondente all’area geografica del Comune di Imperia)
  • Provincia di Imperia (corrispondente a tutti i comuni della provincia, escluso quello di Imperia).

Segue una breve spiegazione delle voci presenti negli elenchi

NCAT è il numero del catalogo generale nazionale dei beni culturali: è assegnato d’Ufficio in seguito alle attività di censimento di catalogazione;

COMUNE/QUARTIERE (per il Comune di Genova) indica il Comune nel quale è situato l’immobile;

N.MON corrisponde al codice interno all’Ufficio che identifica il bene: N. MON e Comune consentono all’Ufficio una rapida individuazione del bene (utile da citare nella corrispondenza con questa Soprintendenza);

DESCRIZIONE E INDIRIZZO forniscono breve descrizione del bene e la relativa individuazione toponomastica;

VINC. E VINC2 corrispondono all’anno di emissione del provvedimento di tutela (e dei successivi rinnovi);

ART. La presenza del numero “12” indica un vincolo ope legis gravante sul bene, in quanto appartenente allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro e che sia opera di autore non più vivente e la cui esecuzione risalga ad oltre settant’anni. Si fa nuovamente presente che un bene (che rientri nella casistica sopra esposta) è comunque sottoposto alle disposizioni di tutela del D. Lgs. 42/2004 del D. Lgs. 42/2004 Parte Seconda, seppur non espressamente riportato nei successivi elenchi che indicano unicamente i beni ad oggi censiti dall’Ufficio. Si ricorda infine che i beni sottoposti alle disposizioni di tutela in base all’art. 12 del D. Lgs. 42/2004 sono inalienabili ai sensi dell’art. 54 comma 2 lett.a) del già citato D.Lgs.42/2004 fino alla conclusione del procedimento di verifica dell’interesse culturale;

FOGLIO e MAPPALE indicano l’individuazione catastale dell’immobile (i dati fra parentesi si riferiscono al Catasto Terreni). Si fa presente che per i beni vincolati antecedentemente al 1939 i dati catastali non sono esatti, ma frutto di successive campagne di schedatura: per questi beni si consiglia di richiedere sempre all’Ufficio l’esatta estensione del vincolo operante per mezzo di apposita richiesta;

NOTE Sono riportati maggiori dati relativi al provvedimento di tutela e alla sua trascrizione. I dati relativi alla trascrizione potrebbero non essere presenti per alcuni motivi:

–          non sono stati ancora riportati sul data base interno (l’aggiornamento potrebbe richiedere alcuni mesi); è comunque possibile richiedere apposite visure agli Uffici di Pubblicità Immobiliari dell’Agenzia delle Entrate-Territorio territorialmente competenti;

–          la trascrizione è ancora in corso di definizione;

–          per i provvedimenti emessi ai sensi della L. 364/1909 (cioè antecedenti all’entrata in vigore della L. 1089 del 1939) la trascrizione non era prevista: si fa tuttavia presente che ai sensi dell’art. 128 del D. Lgs. 42/2004 tutti i provvedimenti emessi ai sensi delle previgenti normative sono validi a tutti gli effetti.

 

Elenco degli immobili vincolati