La valorizzazione dell’archeologia subacquea in Italia. Parchi e musei, progetti e prospettive

Genova, Palazzo Reale | Albenga, Palazzo Peloso Cepolla

21-22 settembre 2018

L’archeologia subacquea dovrebbe essere vista come momento di sintesi di aspetti scientifici, tecnici e gestionali inerenti la tutela e la valorizzazione dei beni culturali sommersi. Porre in primo piano gli aspetti della musealizzazione di un sito subacqueo può rappresentare l’opportunità per lo sviluppo di campagne di indagine, la garanzia di una più incisiva azione di tutela e lo strumento per la progettazione di percorsi partecipativi che consentano una corretta interazione tra ambiente subacqueo e terraferma.

In questi ultimi anni è cresciuta e si è sviluppata in tutta Italia una spiccata tensione museologica, che ha coinvolto il livello politico e tecnico degli enti statali e regionali competenti, interessando anche lo specifico settore dell’archeologia subacquea.

L’esperienza maturata in Liguria, una terra tradizionalmente legata al mondo della subacquea, ha ripreso forza con le attività sperimentali di valorizzazione dei celebri contesti ingauni, che insieme a quelli di Imperia, di Lerici, di Bogliasco, di Portofino, di Capo Noli e ai numerosi musei navali del territorio costituiscono e rappresentano una rete integrata di percorsi subacquei ed espositivi.

L’incontro, organizzato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Studi Liguria, con il supporto delle Direzioni Generali ABAP e Musei del MiBAC, del Polo Museale della Liguria, della Regione Liguria, del Comune di Albenga e della Guardia Costiera, si propone come momento di analisi e confronto delle recenti esperienze di valorizzazione nel campo dell’archeologia subacquea italiana. Si rivolge agli operatori del MiBAC, delle università, degli enti locali, delle forze dell’ordine e a tutti i professionisti che prendono parte al percorso di progettazione, allestimento e gestione di parchi e musei archeologici subacquei.

La prima giornata, a Genova, prevede una rassegna delle principali esperienze in questo settore nelle diverse regioni italiane. Particolare attenzione sarà posta alle procedure che consentono al Ministero di strutturare, in collaborazione con l’Autorità Marittima, le Amministrazioni locali e i diversi soggetti pubblici e privati, le attività di progettazione, allestimento e gestione dei siti e dei sistemi museali.

La rassegna prosegue nella seconda giornata ad Albenga, città-simbolo dell’archeologia subacquea italiana e sede del primo Museo Navale Romano, creato negli anni ’50 del secolo scorso dal fondatore dell’IISL: Nino Lamboglia. Gli interventi, prendendo spunto dall’opera dell’archeologo ligure e analizzando il caso-pilota di Baia, illustreranno i progetti che si stanno sviluppando in ambito regionale e il nuovo assetto del Ministero a livello centrale. Una tavola rotonda sulle prospettive della ricerca e della valorizzazione dell’archeologia subacquea nel nostro paese concluderà i lavori.

PROGRAMMA

Venerdì 21 settembre, ore 14,30-18,00 | Genova, Palazzo Reale

Saluti e introduzione ai lavori
Serena Bertolucci | Direttore Palazzo Reale e Polo Museale Liguria
Giovanni Pettorino | Comandante Generale Capitanerie di Porto
Elena Calandra | Dirigente Servizio II – DG ABAP MiBAC
Manuel Guido | Dirigente Servizio II – DG Musei MiBAC
Ilaria Cavo | Assessore alla Cultura Regione Liguria
Vincenzo Tiné | Soprintendente ABAP Liguria

 LA VALORIZZAZIONE DELL’ARCHEOLOGIA SUBACQUEA IN ITALIA: RASSEGNA REGIONALE

Il Veneto e il Friuli (Luigi Fozzati)
La Sicilia (Sebastiano Tusa)
La Toscana (Andrea Camilli)
La Sardegna (Rubens Doriano)
La Liguria (Simon Luca Trigona) 

Sabato 22 settembre, ore 9,00-13,00 | Albenga, Palazzo Peloso Cepolla

Saluti e introduzione ai lavori
Giorgio Cangiano | Sindaco di Albenga
Cosimo Costa | Presidente IISL
Vincenzo Tiné | Soprintendente SABAP Liguria

PASSATO, PRESENTE E FUTURO DELL’ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

La lezione di Lamboglia e il progetto del nuovo Museo Navale Romano di Albenga (Daniela Gandolfi – Simon Luca Trigona – Camillo Costa – Luca Dolmetta)
Il Parco archeologico sommerso di Baia  (Piero Gianfrotta)
Il Progetto del Distretto Ligure della Subacquea (Andrea Musitelli)
Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso: il ruolo dell’ICA (Barbara Davidde)
Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sommerso: il ruolo dell’UNESCO (Alessandro Asta)

  • Tavola rotonda