Archivi autore: sliguria

I Ciclo di Seminari – Il progetto di restauro: cultura e metodo

La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona, in collaborazione con il Museo di Palazzo Reale e con il FAI Fondo Ambiente Italiano, presenta il primo ciclo di seminari intitolati Il progetto di restauro: cultura e metodo.

I seminari saranno dedicati a casi esemplari di interventi di conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico e toccheranno tutti i temi di competenza della Soprintendenza, presentando restauri di architetture, di opere d’arte, di scavi archeologici.

Il progetto formativo mira a diffondere e sostenere la cultura della conservazione del patrimonio culturale attraverso la conoscenza dei suoi fondamenti etici e culturali e attraverso la dimostrazione degli esiti di alta qualità ottenibili con aggiornate e corrette metodologie di progettazione e intervento. Si tratta di una modalità di lavoro che valorizza e privilegia l’aspetto conoscitivo e di indagine preliminare, coinvolgendo l’ampio spettro di competenze di tutte le componenti operative coinvolte.

Destinatari principali sono gli architetti, gli storici dell’arte e gli archeologi che progettano ed eseguono i restauri; i funzionari tecnici degli Enti territoriali, che commissionano e valutano i progetti; gli allievi delle Scuole di Specializzazione in Beni architettonici e del paesaggio, in Beni archeologici e in Beni storico artistici.

Ogni racconto mostrerà le varie fasi di un restauro, dalla ricerca archivistica alla direzione dei lavori e la tavola rotonda finale metterà a confronto le figure chiave di ogni intervento, ovvero chi commissiona un’opera, il professionista che la realizza e chi ha la responsabilità di educare e formare i professionisti.

Un progetto condiviso di restauro offre l’occasione di salvaguardare il patrimonio culturale e diviene un momento di grande crescita per tutti coloro che prendono parte al progetto e per il pubblico, perché il restauro restituisce una parte della storia del manufatto che non si conosceva.

Il ciclo è a cura di Andrea Canziani, Marta Conventi e Chiara Masi – Ufficio formazione e rapporti con Università della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Peesaggio

 

Martedì 07 novembre 2017 h. 15,30-19,00

Il restauro del polittico di san Michele di Antonio Brea. Un intervento multidisciplinare

Genova, Palazzo Reale – Salone da Ballo

Introducono: Chiara Masi (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria) e don Fabrizio Contini (Parrocchia di san Michele, Diano Borello)Le grandi architetture dipinte

La storia di un polittico | Massimo Bartoletti e Franco Boggero (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria)

Il progetto diagnostico | Angelita Mairani (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria) e Paolo Triolo (Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo dell’Università degli Studi di Genova)

Il rilievo di una strana architettura | Miguel Capponi (Modus srl, Genova)

Valorizzare per tutelare | Alfonso Sista (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria)

Tavola rotonda: Il progetto di conservazione come occasione di formazione

Riccardo Bonifacio (Laboratorio Bonifacio, Bussana di Sanremo)

Maria Clelia Galassi (Università degli Studi di Genova)

don Danilo Galliani (Parrocchia di san Matteo, Laigueglia)

É previsto il riconoscimento di crediti formativi per architetti e allievi delle Scuole di Specializzazione.

 

Martedì 17 ottobre 2017 h. 15,30-19,00

I restauri dell’Abbazia di San Fruttuoso di Camogli. Buone prassi e sinergie vincenti

Genova, Palazzo Reale – Salone da Ballo

Introduce: Vincenzo Tinè (Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria)

Quando il pubblico e il privato collaborano | Serena Bertolucci (Direttore di Palazzo Reale) e Andrea Canziani (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria)

Il rilievo di precisione come strumento di progetto | Giorgio Peverelli, Alessandra Verzeroli (Egon Survey)

Lo studio della archeologia dell’elevato nel progetto e in cantiere | Rita Vecchiattini, Cecilia Moggia e Francesca Segantin (Dipartimento Architettura e Design, Università degli Studi di Genova)

Il progetto diagnostico come contributo conoscitivo | Silvia Vicini, Angelita Mairani (Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale, Università degli Studi di Genova) e Marialuisa Carlini (Co.Art.)

Abbazia di San Fruttuoso: il progetto e il cantiere | Roberto Segattini, Nadia Sanitario (FAI – Fondo Ambiente Italiano)

Tavola rotonda: Il progetto di conservazione come occasione di formazione

Paolo Raffetto (Ordine degli Architetti PPC di Genova)

Stefano F. Musso (Università degli Studi di Genova)

Paola Candiani (FAI – Fondo Ambiente Italiano)

É previsto il riconoscimento di crediti formativi per architetti e allievi delle Scuole di Specializzazione.

San Giuliano ritrovato

Dopo il successo delle aperture straordinarie effettuate in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio vengono temporaneamente riaperti gli ambienti al piano terra dell’abbazia di San Giuliano in concomitanza con i Rolli Days.

Locadina San Giuliano ritrovato

Il complesso monumentale, fondato nel 1240 come chiesa francescana dai Minori Conventuali ai quali subentrarono i Monaci Benedettini all’inizio del XIV secolo, subì nel corso del secolo successivo importanti opere di ampliamento e di trasformazione. Chiuso in seguito alle soppressioni napoleoniche, il convento venne ripristinato a partire dal 1870, con la rinascita spirituale della comunità benedettina. Vincolato dal 1934, rimase però in disuso per decenni. Il complesso è composto dall’abbazia e dalla chiesa, quest’ultima ancora di proprietà della comunità dei Padri Benedettini, che ne ha dismesso l’utilizzo per il culto e che attualmente versano in grave stato di degrado. Nel 1984 l’abbazia è divenuta proprietà dello Stato. Dal 1998 gli Uffici liguri del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo lavorano al restauro con grande impegno di risorse umane ed economiche. La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona è divenuta recentemente consegnataria pro tempore dell’abbazia.

Orario

Venerdì 13 ottobre 2017: apertura serale dalle 19:30 alle 22:30

Sabato 14 e Domenica 15: apertura diurna con orario continuato dalle ore 10:00 alle ore 18:00

Ingresso gratuito, prenotazione prioritaria (sabap-lig.comunicazione@beniculturali.it)

Informazioni pratiche

L’abbazia di San Giuliano è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (linea AMT n.31 con capolinea davanti alla Stazione di Genova Brignole) e sarà visitabile liberamente, sarà inoltre possibile partecipare ad una visita con partenza ogni mezz’ora, il sito è facilmente accessibile anche alle persone con disabilità motoria.

Giornate Europee del Patrimonio 2017: come è andata

Durante lo scorso fine settimana si sono svolte le Giornate Europee del Patrimonio, con centinaia di iniziative per la fruizione dei beni culturali e paesaggistici, inclusi molti normalmente non accessibili al pubblico.

La Soprintendenza ha organizzato, con la collaborazione di altre istituzioni, una dozzina di eventi in tutto il territorio regionale a cui hanno preso parte oltre 2800 persone. Con entusiasmo è stata “invasa” la colonia Fara di Chiavari, in tantissimi hanno scelto di scoprire l’abbazia di San Giuliano dopo i restauri così come la pieve del Finale, il borgo di Colletta di Castelbianco, il castello medievale di Donetta, le chiese sepolte di Carasco, i paesaggi letterari della strada statale 45 e gli affreschi di Multedo e di Nostra Signora della Montà a Molini di Triora. Una grande tavolozza di eventi culturali che rispecchia appieno la nuova dimensione olistica della Soprintendenza e si è sposata felicemente con il grande afflusso di visitatori del 57° Salone Nautico a Genova, all’insegna del motto “Cultura e Natura” di questa edizione delle GEP.

Di seguito una galleria fotografica di alcuni eventi scattate tra venerdì e domenica.

 

 

RIPAM 2017 Conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico e del paesaggio dei siti costieri mediterranei

Dal 20 al 22 settembre presso il Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova si terrà il convegno internazionale “RIPAM 2017 Conservazione e valorizzazione del patrimonio architettonico e del paesaggio dei siti costieri mediterranei”  https://www.ripam2017genova.org/

Il programma è scaricabile al seguente link https://www.ripam2017genova.org/wp-content/uploads/2017/08/Ripam2017_Programme.pdf

La Soprintendenza è parte del comitato scientifico ed è presente con diversi contributi nelle tre giornate del convegno.

 

Archeologia del rito: la necropoli preromana di Albisola

Archeologia del rito: la necropoli preromana di Albisola inagura il 22 settembre la mostra

La mostra “Archeologia del rito. La necropoli preromana di Albisola”, organizzata dal Comune di Albisola Superiore con la collaborazione della Soprintendenza, ospita alcuni degli oggetti più rappresentativi rinvenuti durante lo scavo della necropoli di età del Ferro scoperta ad Albisola Superiore in occasione della realizzazione della nuova sede dell’Associazione Nazionale Alpini e di box interrati sottostanti.

L’evento, in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, ha lo scopo di mostrare a un vasto pubblico i risultati di un grande intervento effettuato in collaborazione tra Enti in regime di archeologia preventiva, in un’area da sempre ritenuta di grande interesse archeologico, in prossimità del più conosciuto complesso di età romana denominato villa mansio di Alba Docilia.

Gli oggetti in esposizione saranno accompagnati da pannelli illustrativi per una migliore comprensione e fruibilità dei contenuti.

La mostra avrà luogo da sabato 23 settembre a domenica 1 ottobre 2017 presso la Sede Nazionale Alpini, Gruppo delle Albisole, Corso Mazzini 42/B, Albisola Superiore. Sarà aperta tutti i giorni dalle 14.30 alle 19.00. Inaugurazione venerdì 22 settembre alle ore 17.00.

23 e 24 settembre 2017 – GEP – Giornate Europee del Patrimonio

Locandina delle Giornate europee del Patrimonio

In questa pagina sono pubblicati gli eventi organizzati dalla Soprintendenza, aggiornati in tempo reale con le informazioni sulle modalità di prenotazione e partecipazione. Il tema scelto del Consiglio d’Europa per la nuova edizione è “Cultura e Natura”.

Per seguire e raccontare l’evento sui social: #GEP2017 #culturaenatura www.beniculturali.it/GEP2017 e http://www.europeanheritagedays.com/

Genova - Visita guidata all'Abbazia di San Giuliano

Genova – Visita guidata all’Abbazia di San Giuliano

GEP2017 - Oratorio de SS nazario e Celso

Genova – Visita guidata all’Oratorio de SS nazario e Celso

Genova - Percorso della memoria culturale e paesaggistico da Ponte Carega alla Val Trebbia

Genova – Percorso della memoria culturale e paesaggistico da Ponte Carega alla Val Trebbia

Torriglia - Visita guidata al Castello medievale di Donetta

Torriglia – Visita guidata al Castello medievale di Donetta

Castiglione Chiavarese - visita guidata al Museo diffuso della Cultura contadina di Velva

Castiglione Chiavarese – visita guidata al Museo diffuso della Cultura contadina di Velva

Carasco - Visita guidata ai siti di San Marziano e Sant’Eufemiano

Carasco – Visita guidata ai siti di San Marziano e Sant’Eufemiano

GEP 2017 - Molini di Triora

Molini di Triora – Visita guidata al Santuario di NS della Montà

GEP2017 - Ponzano Magra

S. Stefano Magra – Visita guidata al Museo dei trasporti autofilotranviari

GEp2017 - Locandina Pieve

Finale Ligure – Visite guidate alla Pieve di Finalmarina

GEP2017 - Arene Candide

Finale Ligure – Visita guidata alla Caverna delle Arene Candide

GEP2017 - Albenga -Immersioni sul relitto A

Albenga – Visite guidate subacquee sul Relitto A e al Museo navale di Albenga

GEP2017 Locandina Colletta di Castelbianco

Castelbianco – Visita al Borgo di Colletta, progetto di Giancarlo De Carlo, a 20 anni dall’inaugurazione.

Circolare applicativa del D.P.R. n. 31 del 2017, “Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata”

In data 21 luglio è stata emanata dalla competente Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio la circolare 42, applicativa del D.P.R. n. 31 del 2017, “Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata”.

Si allega a questa pagina il testo completo della circolare in formato PDF. La circolare è anche disponibile sul sito web del Ministero (sezione Normativa).

DG-ABAP: Circolare n. 42 del 21 luglio 2017

3 agosto, Sarzana. Archeologia a piccoli passi. Risultati preliminari delle indagini presso il “campetto” dell’Oratorio

Giovedì 3 agosto alle 17.30, presso la sede dell’Associazione Niccolò V, in via S. Francesco 93 a Sarzana, la Soprintendenza della Liguria e l’équipe di archeologi presenteranno i primi risultati dello scavo di archeologia preventiva condotto presso il Campetto prospiciente la Diocesi di Sarzana.

AGGIORNAMENTO: Un approfondito resoconto dell’incontro è stato pubblicato da Città di Sarzana ed è consultabile online a questa pagina.

Le ricerche, svolte in prossimità della Fortezza Firmafede e nelle immediate adiacenze del Teatro degli Impavidi, hanno interessato tutta l’estensione del campetto, mettendo in luce tracce lacunose, poco adatte ad una valorizzazione, eppure significative per l’occhio dell’archeologo.

Lo studio preliminare della stratigrafia, di ciò che rimane delle tessiture murarie e della loro posizione planimetrica ha permesso di avanzare alcune ipotesi sulla storia dell’area, confrontandole con i dati di archivio. La zona, occupata da strutture a partire almeno dal XIII secolo, è caratterizzata dalle tracce di ripetute demolizioni e ricostruzioni, fino a quando, nel corso del XV secolo, gli edifici furono definitivamente rasati per fare spazio all’hortus del Convento Domenicano, a sua volta distrutto, coerentemente con la politica napoleonica, per la costruzione del Teatro. Un vero e proprio palinsesto, spianato e reinterpretato nel corso dei secoli assecondando visioni urbanistiche in continua evoluzione.

Alla conferenza interverranno il Soprintendente della Liguria Vincenzo Tinè e il Sindaco di Sarzana Alessio Cavarra; i relatori saranno Luca Parodi, Cristina Otera e Ivo Tiscornia dell’équipe archeologica e Neva Chiarenza della Soprintendenza Ligure. Saranno illustrate le diverse fasi dello scavo, i metodi di rilievo e di raccolta dati, le ipotesi ricostruttive preliminari, i programmi di studio: una sorta di backstage archeologico, per scoprire le tappe che dall’indagine sul campo portano al dato storico pubblicabile.

Sottoscrizione del protocollo d’intesa tra MiBACT, Ministero dell’Ambiente e Regione Liguria per l’elaborazione del piano paesaggistico

Lunedì 17 luglio, alle ore 12:00, presso la sede della Regione Liguria in Piazza De Ferrari 1 a Genova, si terrà la cerimonia di Sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Ministero dell’Ambiente e Regione Liguria per l’elaborazione del piano paesaggistico esteso a tutto il territorio regionale.